La rivoluzione egiziana.pdf

La rivoluzione egiziana

Ala Al-Aswani

È successo tutto allimprovviso. Il 25 gennaio del 2011, gli egiziani, così apparentemente remissivi e faciloni, scendono per strada, si sollevano contro il regime di Mubarak, affrontano la polizia antisommossa, i servizi segreti, i cecchini. Diciotto giorni dura lepopea della rivoluzione di piazza Tahrir, e alla fine il presidente è costretto a dimettersi. Gli egiziani hanno fatto la rivoluzione, una ribellione costata cara a unintera generazione di giovani, che lascia sul terreno oltre mille morti per riportare la democrazia in un paese di antica tradizione liberale. Perché un popolo ritenuto tra i più pacifici si ribella con una sollevazione che sconvolge, per la sua portata, tutta la regione? Al-Aswani racconta lEgitto che non abbiamo voluto vedere: lEgitto della dissidenza. LEgitto umiliato e oppresso, disperato e senza più dignità. LEgitto che aveva deciso di fuggire, con i suoi emigranti e i suoi giovani, alla ricerca di un futuro certo e dignitoso. E racconta - poi - come un popolo, raggiunto il fondo, riesca a riscattarsi e a riguadagnare la sua fierezza. È un paese sconosciuto ai più, quello che descrive al-Aswani, da sempre critico severissimo del regime che Hosni Mubarak voleva passare a suo figlio Gamal. Eppure ne aveva scritto alla luce del sole, nei numerosi articoli pubblicati dai pochi giornali dopposizione e raccolti ora in questo libro che spiega quello che è successo prima e durante la rivoluzione del 25 gennaio, e mette in guardia da un futuro senza libertà.

Con la “Rivoluzione del 25 gennaio” del 2011 gli egiziani si aspettavano di avere risposte alle loro richieste di diritti, uguaglianza e giustizia sociale. Mu|ammad Murs†, esponente dei Fratelli Musulmani, è stato il primo presidente democraticamente eletto in Egitto, a 16 mesi dalla caduta di ðusn† Mub…rak. 22/05/2017

5.73 MB Dimensione del file
9788807172144 ISBN
Gratis PREZZO
La rivoluzione egiziana.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.clubajedrezcalasanz.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

La rivoluzione egiziana è in pieno corso. Il suo impatto è enorme per il Medio Oriente, e di riflesso, per l'intero scenario internazionale. Scrivo queste righe in un momento cruciale dello scontro in atto tra rivoluzione e controrivoluzione in piazza Tahrir al Cairo: il cui esito sarà decisivo sulla direzione di marcia degli avvenimenti. Gli egiziani hanno fatto la rivoluzione, una ribellione costata cara a un’intera generazionedi giovani, che lascia sul terreno oltre mille morti per riportare la democrazia in un paese di antica tradizione liberale.

avatar
Mattio Mazio

Leggi «La rivoluzione egiziana» di 'Ala Al-Aswani disponibile su Rakuten Kobo. È successo tutto all'improvviso. Il 25 gennaio del 2011, gli egiziani, così apparentemente remissivi e faciloni, scendon Gli egiziani hanno fatto la rivoluzione, una ribellione costata cara a un'intera generazione di giovani, che lascia sul terreno oltre mille morti per riportare la democrazia in un paese di antica tradizione liberale.

avatar
Noels Schulzzi

La rivoluzione egiziana. Lo scrittore egiziano Ala al-Aswani, tra i più importanti nel mondo arabo, ha visitato Torino il 14 ottobre per dialogare con gli studenti del  ...

avatar
Jason Statham

…la rivoluzione parte dal popolo, ma ha bisogno di una spinta da parte di almeno un "potere forte" che sia schierato con il popolo stesso.. mi spiego meglio: l'unica vera rivoluzione in questi ultimi anni è quella della R.B.del Venezuela, dove sì il popolo era allo stremo, ma chi ha iniziato la rivoluzione (l'esercito) ha dovuto usare le maniere forti (un colpo di stato "sano"). In memoria di Sarah Hegazi, militante socialista egiziana in esilio che domenica si è tolta la vita, pubblichiamo l'ultimo suo scritto: un suo panel tenutosi per il nono anniversario della rivoluzione egiziana.

avatar
Jessica Kolhmann

Gli egiziani hanno fatto la rivoluzione, una ribellione costata cara a un’intera generazionedi giovani, che lascia sul terreno oltre mille morti per riportare la democrazia in un paese di antica tradizione liberale. Padre Bernardo Cervellera, direttore di Asia News , ha pubblicato oggi una denuncia drammatica del massacro compiuto dall'esercito egiziano il 9 ottobre al Cairo di decine di cristiani copti che ...