Il fondo della bottiglia.pdf

Il fondo della bottiglia

Georges Simenon

«In fondo P.M. non conosceva per niente il fratello. A parte qualche vago ricordo d’infanzia, lo conosceva meno di un estraneo appena incontrato. A Emily Donald chiedeva regolarmente soldi, no| Nelle sue tasche dovevano essere finiti tutti i risparmi della sorella. Di sicuro la impietosiva con qualche frase ben congegnata, le parlava di Mildred, dei bambini. Probabilmente aveva provato a batter cassa anche dal padre. «Quelli come lui, che parlano con compiacimento della propria sfortuna e della propria onestà, credono che tutto gli sia dovuto». Accade molto di rado che Simenon segnali che i personaggi e gli eventi da lui narrati sono «puramente immaginari e privi di qualsiasi riferimento a persone viventi o defunte». Per capire come mai in questo caso ne abbia sentito il bisogno occorre tornare al 1945, quando al fratello Christian, condannato a morte in contumacia per aver coadiuvato le SS in una spedizione punitiva che aveva fatto ventisette vittime, Georges aveva consigliato di arruolarsi nella Legione straniera: un modo per scomparire, certo, e per riscattarsi – ma anche, cambiando cognome, per non compromettere lo scrittore ormai celebre con una parentela imbarazzante. «È colpa tua! Lo hai ucciso tu!» si sentì rinfacciare dalla madre allorché, ai primi di gennaio del 1948, lo stesso Georges le comunicò la morte, nel Tonchino, del figlio preferito. Nei mesi immediatamente successivi, quasi volesse espellere i propri fantasmi, Simenon scrisse due dei suoi romanzi più neri e potenti: La neve era sporca e Il fondo della bottiglia. In questultimo, uno stimabile avvocato, che è riuscito, partendo dal basso, a conquistarsi un posto nella ristretta comunità dei notabili di Nogales, al confine tra gli Stati Uniti e il Messico, vede vacillare tutte le sue certezze quando gli compare davanti, evaso dal carcere in cui scontava una condanna per il tentato omicidio di un poliziotto, il fratello minore – quello debole, irresponsabile, sfortunato, eppure dotato di un inquietante potere di seduzione –, che gli chiede di aiutarlo a passare la frontiera. Nel piccolo mondo costituito dai ricchi proprietari dei ranch larrivo dellestraneo scatena una sorta di psicodramma, che culminerà in una vera e propria caccia alluomo, mentre, fra odio e amore, rancori e sensi di colpa, sbronze e scazzottate, si consuma la resa dei conti tra i due fratelli.

IL FONDO DELLA BOTTIGLIA ("Le fond de la bouteille") Rilegatura sconosciuta – 1 gennaio 1956 4,1 su 5 stelle 33 voti Visualizza tutti i formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni

8.44 MB Dimensione del file
9788845932380 ISBN
Gratis PREZZO
Il fondo della bottiglia.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.clubajedrezcalasanz.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Il fondo della bottiglia è un eBook di Simenon, Georges pubblicato da Adelphi a 9.99. Il file è in formato EPUB con DRM: risparmia online con le offerte IBS! Il fondo della bottiglia. "Il fondo della bottiglia" di Georges Simenon letto da Paolo Pierobon; in 15 puntate | Accade molto di rado che Simenon segnali che i personaggi e gli eventi da lui narrati sono «puramente immaginari e privi di qualsiasi riferimento a persone viventi o defunte».

avatar
Mattio Mazio

In passato, quando le bottiglie venivano prodotte artigianalmente soffiando il vetro, la base assumeva una forma tondeggiante. Bisognava quindi garantire la stabilità della bottiglia e proprio per questo, dopo la lavorazione, il fondo veniva spinto verso l'interno della bottiglia, quando il vetro era ancora lavorabile. Il fondo della bottiglia è un libro scritto da Georges Simenon pubblicato da Adelphi nella collana Biblioteca Adelphi x Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e offrirti servizi in linea con le tue preferenze.

avatar
Noels Schulzzi

A cosa serve la concavità del fondo della bottiglia? Inventato nel IV secolo, il fondo detto “a campana” trae probabilmente origine dalle bottiglie di vetro soffiato, ... 23 dic 2019 ... Quando si acquista una bottiglia di vino, capita di allarmarsi se si trova del sedimento sul fondo della bottiglia. Come valutare di che cosa si tratta? Il vino è un insieme di minerali, acidi e sostanze chimiche che posso...

avatar
Jason Statham

Il fondo della bottiglia Durata: 00:13:15. Guarda ora. Descrizione: Può una storia che inizia con locali dei bassifondi e doppi whisky svilupparsi fino a diventare un racconto terapeutico ? Su Amazon: Il fondo della bottiglia, di Georges Simenon Biografia di ...

avatar
Jessica Kolhmann

Fondo delle bottiglie: rende più facile l'impugnatura della bottiglia. Se afferriamo la bottiglia di vino dal fondo tendiamo sempre a inserire il pollice nella cavità presente, utilizzando il resto delle dita per mantenere la presa salda. Fondo delle bottiglie: crea un'illusione ottica grazie alla quale la bottiglia sembrerebbe più grande Il fondo della bottiglia è un eBook di Simenon, Georges pubblicato da Adelphi a 9.99. Il file è in formato EPUB con DRM: risparmia online con le offerte IBS!