Io sono confine.pdf

Io sono confine

Shahram Khosravi

Questa ricerca etnografica condotta da un antropologo iraniano sulla natura non solo fisica ma anche immaginaria dei confini prende le mosse da unesperienza di migrazione illegale vissuta in prima persona. Così lauto-narrazione si coniuga alla scrittura etnografica in unindagine a tutto campo sullattuale regime delle frontiere e sui concetti chiave di cittadinanza, Stato-nazione, diritti, disuguaglianza. Nellinvestigare quel «feticismo dei confini» che contrassegna la nostra epoca, Khosravi si muove nel tempo e nello spazio, mettendo insieme le riflessioni sul tema di autori come Kafka, Benjamin e Arendt con lanalisi dei flussi migratori in atto, o meglio dei suoi protagonisti clandestini, trafficanti di esseri umani compresi. Ed è proprio questo inedito «sguardo illegale» che consente di mettere a nudo le retoriche delle democrazie occidentali insieme al perverso sfruttamento planetario dei migranti, trasformando questa ricerca sul campo in una vera e propria cartografia etica e politica del mondo contemporaneo.

SHAHRAM KHOSRAVI – IO SONO CONFINE Shahram Kosravi è un antropologo di origine iraniana, che per sfuggire al servizio militare obbligatorio durante gli anni ’80 e alla terribile guerra Iran-Iraq che devastò il Medio Oriente a seguito della Rivoluzione

1.19 MB Dimensione del file
9788833020471 ISBN
Gratis PREZZO
Io sono confine.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.clubajedrezcalasanz.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Shahram Khosravi, Io sono confine, elèuthera, Milano 2019 di Vaifra Palanca E’ un libro intenso quello di Shahram Khosravi, Io sono confine, che fa pensare, che costringe a riflettere sul senso della parola confine, nel senso di limite, separazione, e su che cosa il confine, nel senso di frontiera, rappresenta nell’organizzazione geopolitica e sociale di questo mondo, oltre che sull Io sono confine di Shahram Khosravi Scrivi una recensione. Subito Disponibile. Prezzo solo online: € 17,10. € 18,00 -5%. Aggiungi alla Lista Desideri. Articolo

avatar
Mattio Mazio

Sono barriere che separano gli Stati-nazione ma anche due diversi modi di sperimentare il mondo, due diversi sistemi di vita. Ogni confine tra Stati è anche in certa misura un confine di classe. Non sorprende che i più insanguinati siano quelli tracciati tra il mondo ricco e quello povero. Nessuno sa il confine Nessuno sa la fine Io sono fisico Ma anche politico Un corpo solido Messo in un liquido Io sono euforico Ma malinconico Un corpo mistico Con lato comico [Verso 3: Fabri Fibra]

avatar
Noels Schulzzi

Io sono confine di Shahram Khosravi, Eléuthera, 2019. Ho letto il libro e, per non sottolineare con la matita a sottolineare passaggi e frasi del testo che lo qualificano, ho preso questi appunti, semplicemente facendo un estratto dal libro delle parti che per me costituiscono la bellezza del libro, come analisi politico-antropologica e stile letterario, entrambi innovativi e particolari.

avatar
Jason Statham

“Io sono il confine un racconto per immagini della Basilica di Sant’Andrea a Vercelli” è una produzione Comune di Vercelli Assessorato Politiche Culturali. Regia Matteo Bellizzi. Voce narrante Alessandro Haber. Testi di Alessandro Barbaglia, Lucia Grosso, Alfonsina Zanatta. Fotografia Andrea Vaccari. Musica Gian Luigi Carlone (Banda Osiris).

avatar
Jessica Kolhmann

IO SONO CONFINE. “Questo libro parla di confini e di coloro che li violano”, scrive Shahram Khosravi nell’Introduzione di “Io sono confine” con il titolo. originale ‘Illegal Traveller’: An Auto-Ethnography of Borders. Questo libro, in verità, parla dell’au tore stesso, del suo peregrinare e sostare in zone di scamb io, del suo trasgredire e migrare.